giovedì 18 dicembre 2014

Casoncelli



Ogni anno facciamo li casoncelli con i nonni in preparazione per il Natale. E' diventato un momento importante per me, non sempre facile perché, sai, i relazioni con i suoceri non sono sempre facile. . .

Ci sono stati anni in cui ero convinta di imparare bene ogni dettaglio, anni in cui sono stata lì ma non ho fatto niente tranne stare con le bimbe, anni in cui proprio non volevo esserci. Ma ci vado, con il desiderio di far diventare questa anche la mia festa, di condividerla invece di assistere alla festa dei altri, con il desiderio di essere un parte di questa famiglia.

L'anno scorso A ha fatto dei ravioli brutti ma buoni, nel senso che erano chiusi bene così non si sono rotti quando cotti. Quest'anno ha superato le difficoltà e ha finito la serata facendo ravioli con erano come i miei. L'età di sei anni è fantastico!

Every year we make special ravioli with the nonni as part of our preparations for Christmas. It has become a really important event for me, not always easy, because, you know, relationships with in-laws are not always easy. . .

There have been years where I have been convinced I would learn every detail, years I have done nothing except be present in the same space while tending children, years I really did not want to be there. But I go, determined to make this holiday my own, too, to share it rather than just be present at someone else's party, determined to be part of this family.

Last year A made some pretty wonky ravioli, but which functioned, ie, they were sealed so that they wouldn't burst when put in the boiling water. This year she moved through her learning curve and ended making ones that were virtually indistinguishable from my own. Six years old is so amazing!

Nessun commento:

Posta un commento